Installato nuovo impianto automatico di degasaggio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’evoluzione del mercato della pressofusione di alluminio e magnesio, porta alla richiesta di prodotti dalle qualità microstrutturali sempre più elevate. Il limite maggiore per la pressofusione è quello delle microporosità da gas che impediscono la realizzazione di componenti in lega leggera trattabili termicamente o saldabili.

Per limitare questo problema Rifimpress ha installato una nuova stazione di degasaggio automatizzata Foseco MTS1500. Il nuovo metodo più efficare di quello tradizionalmente utilizzato offre numerosi vantaggi metallurgici in relazione al getto finito:

  • Proprietà meccaniche e fisiche costanti
  • Microstruttura e composizione omogenee
  • Buoni livelli di purezza del metallo
  • Porosità gassosa controllata

I risultati ottenuti dai primi test sono confortanti, sono stati raggiunti valori di Density Index compresi tra 1 e 2 sul trattamento di leghe primarie, rispetto ai valori nettamente superiori del degasaggio tradizionale. Una densità così elevata del metallo ha permesso la realizzazione di due campionature di componenti (pressofusione con tecnologia Vacural sulla nuova pressa IDRA Nox 2200) trattati termicamente T6 con assenza totale di blistering.

 

Che differenza c’è tra leghe di magnesio e leghe di alluminio?

Le leghe di magnesio sono quelle più consigliate per la realizzazione di componenti molto sottili e prodotti particolarmente leggeri. 

Le leghe di magnesio, infatti, sono il materiale strutturale con il peso specifico minore ma con ottima rigidità e buone caratteristiche meccaniche. Questo materiale è inoltre caratterizzato da una grande scorrevolezza, che permette la realizzazione di componenti con spessori molto sottili e di ottime finiture estetiche. Il componente in lega di magnesio presenta problemi di ossidazione e corrosione che vengono eliminati con trattamenti superficiali post-casting.